Login | Iscriviti


Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


HOME Stregaperamore

Apri la Chat in pop up-





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: L' Achillea
MessaggioInviato: 20/04/2011, 18:55 
Moderatore
Avatar utente

Iscritto il: 14/03/2011, 0:58
Messaggi: 126
L'Achillea ( Achillea millefoglie L. )

CONTROINDICAZIONI: nelle dosi indicate l'Achillea non presenta nessuna problematica, eccetto per le persone intolleranti ad essa.


È una pianta prevalentemente venusiana, porterà quindi impresse le caratteristiche di questo pianeta.


L'Achillea deve il suo nome ad Achille, immortale e mitico guerriero.

La leggenda racconta che quando a Troia egli venne colpito mortalmente da una freccia tirata da Paride, la dea Afrodite lo curò amorevolmente con questa magica pianta. Era la pianta per eccellenza usata per medicare le ferite provocate durante le sanguinose guerre combattute all'arma bianca.

Infatti, tra le sue svariate virtù, è anche antisettica ed emostatica.

Le brutte ferite venivano lavate con un infuso di Achillea fresca, mentre per quelle già infette o per le emorragie si usava fare dei cataplasmi con la pianta fresca contusa. È interessante osservare come questa antica leggenda racchiuda le principali virtù dell'Achillea:

° Il valore e la forza d'Achille

° L'energia dell'amore e la bellezza di Afrodite

Il suo valore curativo è valido per le ferite fisiche e spirituali. L'Achillea è una pianta potente che trasmette l'energia alchemica dell'amore; dirige la sua azione verso il centro del cuore, dimostrandosi particolarmente efficace quando viene utilizzata insieme alla menta. Non esiste miglior rimedio per cicatrizzare le ferite spirituali di un'anima o di un cuore infranto da una rottura amorosa, da una delusione o da una perdita importante ( soprattutto di fronte alla sconvolgente perdita di una persona cara ).

Bere un infuso di queste due piante ( Achillea + Menta ) due o tre tazze al giorno, aiuta moltissimo a vivere questi sentimenti dolorosi con serenità ed equilibrio, evitando depressioni e complicanze nervose che spesso le accompagnano.

In generale, la sua energia stabilizzatrice permette di affrontare con forza, cooraggio e dignità situazioni difficili ed effettivamente traumatiche.

La pianta secca può essere bruciata come incenso ma si può anche portare addosso in un sacchetto come amuleto. Poiché non induce sonnolenza e non offusca le facoltà intellettive, è utile in tutte le situazioni in cui vi sia tensione ma richiedono una mente pronta e lucida ( come una prova d'esame, un colloquio di lavoro, ecc... ).

La tradizione magica consiglia di impiegare l'Achillea contro le ferite dell'aura: rafforza la compattezza del campo elettromagnetico personale.


RACCOLTA: si usano i fiori e tutta la parte alta della pianta, fresca o secca, si raccoglie nel giorno di venerdì nelle ore calde del mezzogiorno con tempo soleggiato e senza vento e durante il periodo di luna crescente.

Per uso esterno, il suo infuso lasciato raffreddare è ottimo per lavare, disinfettare e cicatrizzare tagli e ferite; è emostatico e ottimo tonico per la pelle.

Alcune gocce di infuso freddo messe negli occhi come collirio aiutano a togliere grosse infiammazioni come congiuntiviti, rossore, lacrimazione eccessiva.

Impacchi freddi con il suo infuso o pianta fresca pestata ferma le emorraggie.

Assumere un litro e oltre di tisana, sorseggiandola, in caso di dissenteria: rallenta il disturbo e allo stesso tempo immette liquidi nell'organismo disidratato. Bere due o tre tazze al giorno della sua tisana, lontano dai pasti, risulta molto efficace per svariati disturbi: riduce la sudorazione eccessiva ( infuso di Achillea e Salvia in parti uguali, due tazze al giorno lontano dai pasti ); è utile contro gli spasmi vascolari e per migliorare la circolazione sanguigna, è un buon rimedio contro la fragilità capillare; è un leggero ma molto efficace depurativo del sangue; mischiata alla Calendula è ottima per tutti i disturbi legati al ciclo mestruale femminile; va bene anche per i disturbi della menopausa ( poi scriverò meglio i dettagli nella Calendula ).

Il suo infuso caldo assunto dopo i pasti, due o tre tazze giornaliere, offre grande sollievo nei casi di congestione e di emicranie, vertigini e nausee; è un grande digestivo, favorisce l'eliminazione delle feci e placa i dolori allo stomaco.

Elimina le flautulenze e gli spasmi allo stomaco; ottimi risultati contro i disturbi epatici.

Tisana tonico-digestiva. 25 gr di ogni seguente erba: Achillea, Issopo, Menta, Rosmarino; una tazza mezz'ora dopo i pasti.

è considerata una delle migliori piante in caso di emorroidi: bere due o tre tazze d'infuso caldo lontano dai pasti; dopo essersi lavati bene con acqua fresca, si fanno impacchi con l'infuso freddo. Terminato di asciugarsi si applica il suo oleolita. Cambiando parte del corpo, è indicato per le donne in caso di pruriti intimi.

Infuso depurativo del'equinozio. 25 gr di Achillea, 20 gr di Equiseto , 15 gr di Iperico, 25 gr di Ortica, 15 gr di Salvia

Tre tazze al giorno di infuso caldo lontano dai pasti per due o tre settimane. Si effettua una cura primaverile e si ripete in autunno.

_________________
Immagine


Immagine


Top
 Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron